UniSR tra gli Atenei lombardi uniti per un’Università inclusiva

Con l’adesione dell’Università Vita-Salute San Raffaele sale a 13 il numero degli Atenei lombardi che hanno aderito al CALD – Coordinamento Atenei Lombardi per la Disabilità, una collaborazione volta a promuovere ed affermare di una cultura dell’inclusione della disabilità anche nel sistema universitario.

Lo scorso 21 Ottobre, 13 Atenei  lombardi si sono ritrovati per rinnovare l’impegno assunto del 2011 con la nascita del CALD (Coordinamento Atenei Lombardi per la Disabilità). Durante l’incontro, aperto al pubblico, sono stati presentati a istituzioni, genitori e studenti progetti orientati a costruire una cultura dell’inclusione, che permetta una sempre maggiore accessibilità all’Università per gli studenti con disabilità e DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento).

L’Università Vita-Salute può dirsi orgogliosa di essere parte di questo network, che considera e valorizza l’unicità di ciascuno studente, consentendo ad ognuno di esprimere appieno le sue potenzialità. Per UniSR, l’adesione al progetto è stata possibile grazie al nostro Servizio Disabilità e DSA; il Servizio è il punto informativo, di accoglienza e di attivazione di soluzioni personalizzate ed è preposto all’attivazione e gestione dei servizi per gli studenti con disabilità e DSA direttamente o in collaborazione con altre strutture dell’Ateneo.

image

Delegata Rettorale del nostro Ateneo per questo lodevole progetto è la Prof.ssa Laura Bellodi, Preside della Facoltà di Psicologia e Ordinario di Psichiatria. Presente all’evento è stata la Rappresentante del Rettore, la Prof.ssa Anna Ogliari, Associato di Psicologia Clinica, la cui ricerca si concentra in modo particolare attenzione sull’interazione tra elementi ambientali e genetici nell’influenzare le manifestazioni psicopatologiche.

In occasione dell’incontro è stato inoltre sottoscritto un accordo tra gli Atenei riuniti nella CALD e l’Ufficio scolastico regionale, il cui obiettivo è quello di fornire ai docenti delle scuole superiori gli strumenti per accompagnare gli studenti con disabilità o DSA verso un percorso universitario più consapevole e una corretta informazione riguardo i servizi offerti dagli Atenei lombardi. Questo intervento permetterà di offrire una risposta immediata al numero crescente di studenti con disabilità o DSA iscritti alle scuole superiori (+30% tra il 2014-2015 e il 2008-2009). Il solo anno accademico 2015-2016 ha portato a un aumento del 10% del numero di studenti con disabilità o DSA tra gli iscritti agli Atenei lombardi rispetto all’anno precedente, proprio grazie alla qualità e all’efficacia dei servizi e delle strategie di supporto attuati.

La Prof.ssa Anna Ogliari
La Prof.ssa Anna Ogliari

Ad oggi il CALD, primo network locale su questo tema in Italia e modello per altre iniziative analoghe in via di attuazione, comprende: IULM – Libera Università di Lingue e Comunicazione, Politecnico, Università Bocconi, Università degli Studi di Milano, Università degli Studi di Milano-Bicocca, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e Brescia, Università degli Studi dell’Insubria, Università di Bergamo, Università degli Studi di Pavia, Università degli Studi di Brescia e le Università neofirmatarie LIUC – Università Cattaneo, Università Vita-Salute San Raffaele e Humanitas University.

Per informazioni sul Servizio Disabilità e DSA dell’Università: http://www.unisr.it/servizi/orientamento-itiner-uscita/tutorato/#contattitutorato 

 

Start typing and press Enter to search