Editoriale Marzo 2018

Cari lettori di UniScienza&Ricerca,

la notizia principale del numero di Marzo riguarda l’aceruloplasminemia, malattia classificata come “estremamente rara”, per la quale non esiste ancora una cura efficace. Il Dott. Alan Zanardi ci racconta lo studio pubblicato su EMBO Molecular Medicine – di cui è primo autore – in cui descrive un nuovo possibile approccio per il trattamento della patologia.

Tra le news del mese: il 10 marzo si è tenuta la terza edizione di DRItti a Voi, l’evento organizzato dal Diabetes Research Institute che ha permesso al grande pubblico di parlare di diabete di tipo 1 direttamente con i ricercatori del San Raffaele; nella notizia troverete gli scatti e un report della ricca giornata. Tra i #TalentiUniSR di questo mese troviamo Federica De Nicola, al 5° anno del nostro MD Program, prima al mondo nell’Ironman della sua categoria. Ancora: il Dott. Giovanni Muscarà è un ex balbuziente ha fatto della sua debolezza un punto di forza, sviluppando un metodo (sottoposto a validazione scientifica) per risolvere la balbuzie: a descriverci il Vivavoce Institute e il suo Centro di Ricerca è il Direttore Scientifico, il Dott. Pasquale Anthony della Rosa, Dottorato in Psicologia UniSR. Poi: i Dott. Francesco Trevisani e Arianna Bettiga descrivono il progetto Re.Me.DIET, nato con l’intento di dimostrare che la Dieta Mediterranea può interagire con i geni e prevenire – e persino far regredire – alcune malattie renali. E inoltre, la Curiosiscienza del mese: il Prof. Massimo Filippi commenta uno studio della Ohio State University, in cui i chirurghi hanno utilizzato una sorta di “pacemaker cerebrale” per rallentare il declino della demenza in pazienti affetti da Alzheimer.

Tutto questo e molto altro tra le pagine del nostro blog!

Buona lettura e buona scienza a tutti!

#UniScienzaeRicerca

Start typing and press Enter to search