#TALENTIUNISR: GRETA MUTI

Quella di Greta è una storia di tenacia, passione e ispirazione: la rappresentante dei nostri #TalentiUniSR di questo mese è una studentessa di talento, ma anche campionessa nello sport, appassionata di musica, pittura e disegno. Una lesione al plesso brachiale alla nascita, causata da negligenza medica, le ha provocato la paralisi di Erb al braccio sinistro, che ne limita i movimenti; nonostante questo, e grazie alle attenzioni della sua famiglia, ha cominciato a suonare il violoncello all’età di quattro anni e studia canto lirico, partecipando a diversi concorsi. Ha iniziato a praticare canottaggio all’Isola del Giglio, terra d’origine della famiglia materna; oggi nel medagliere italiano, molte medaglie sono sue. Tra i riconoscimenti sportivi più recenti: nel 2018 nei campionati italiani nella categoria Para rowing PR3 è arrivata prima con il “due senza” e il “quattro con” (tipologie di imbarcazione che indicano il numero di remi e la presenza o meno del timoniere), alla Coppa del Mondo è arrivata seconda con il “quattro con” e prima alle Gare internazionali Para rowing con il “due senza”. Infine, Greta è una cittadina del mondo: parla tre lingue (tedesco, italiano e inglese), ha frequentato le scuole elementari a Buffalo (N.Y., USA), la quinta elementare all’Isola del Giglio, le scuole medie a Roma, il liceo a Hamilton (Canada). Si è poi iscritta alla Facoltà di Biologia ad Aquisgrana (Germania) per approdare all’MD Program presso l’Università Vita-Salute San Raffaele.

Nome

Greta Elizabeth Muti-Schuenemann

Il tuo percorso universitario

Frequento l’International MD Program presso l’Università Vita-Salute San Raffaele

Perché ti sei iscritto all’Università Vita-Salute San Raffaele

Prima di tutto volevo tornare in Italia, quindi ho cercato quali Università italiane offrissero corsi di Medicina in lingua inglese. Ho scelto UniSR perché mi avrebbe dato l’opportunità di studiare medicina seguendo programmi ricchi e ben aggiornati, che in un futuro mi avrebbero consentito di rientrare in nord-America

Che opportunità ti ha dato il nostro Ateneo

Mi ha permesso di venire a vivere a Milano e di conoscere questa bella città, inclusa la cultura remiera milanese. In UniSR il numero di studenti per classe è abbastanza ridotto, e questo consente ai professori di seguirci più da vicino, oltre che a facilitare le relazioni tra noi studenti

Di cosa ti occupi attualmente

Sono una studentessa del quarto anno dell’International MD Program e faccio parte della nazionale italiana di canottaggio nella categoria paralimpica. Al momento mi sto preparando per i mondiali e le qualifiche delle paralimpiadi di prossimo anno

Il punto di forza dello studiare al San Raffaele

La possibilità di immergersi immediatamente nella realtà ospedaliera, per fare fin da subito esperienza sul campo

Il tuo miglior pregio

La capacità di non abbattermi anche quando le cose non vanno come desideravo. Attraverso il mio handicap ho anche capito che bisogna fare sempre del proprio meglio con le risorse che si hanno

Citazione preferita

“If you think you are too small to make a difference, try sleeping with a mosquito” – Dalai Lama

Il tuo sogno nel cassetto

Creare un’associazione dedicata al reclutamento e alla riabilitazione delle persone con handicap fisiche che le permetta di fare Arte in tutte le sue forme, Musica e soprattutto sport ad alto livello. Tutto questo per dar loro la possibilità di conoscere a fondo se stessi e di poter capire che le nostre mete sono tutte raggiungibili, anche se il percorso è diverso da altri

news_unisrtalent_greta-muti

Start typing and press Enter to search